Richiesta di offerta

Arrivo
Partenza
Persone
Note
Nominativo
Email
Telefono
Captcha
(riportare il codice 67415)

Cefal¨

Cefalù è una bella e storica città di mare situata sulla costa siciliana settentrionale; sorge ai piedi di un promontorio roccioso denominato 'Rocca' ed è apprezzata per le sue belle spiagge sabbiose che la rendono uno dei maggiori centri balneari della regione.

Le sue origini, molto probabilmente, risalgono al IV sec. a. C.; ma fù sotto il dominio normanno che crebbe in grande splendore con l'ampliamento della struttura urbana e la costruzione del Duomo voluta dal re Ruggero II.

I Greci la chiamarono Kephaloidion (capo, testa), dalla forma della rocca che la sovrasta, termine che nel dialetto locale si trasformò in Cifalò e, poi, in Cefalù.

 

Da visitare:

Il Duomo, eretto nel 1131 da Ruggero II, è uno dei massimi esempi dell'arte e dell'architettura normanna in Sicilia.

La raffinata facciata duecentesca, il grandioso interno a tre navate e i mosaici su fondo oro che decorano le pareti e la volta della chiesa sono giustamente famosi in tutto il mondo.

Nella piazza del Duomo, alcuni interessanti edifici tra cui il Palazzo Piraino (con pregevole portale tardo cinquecentesco), il medievale Palazzo Maria, il Palazzo Vescovile (e l'annesso chiostro), la sede del Municipio (ex convento cinquecentesco).
Lungo il corso principale, altri diversi edifici religiosi tra cui la chiesa del Purgatorio (con portale barocco slanciato da uno scalone a doppia rampa e decorato con gusto ispanizzante) e la chiesa di Santa Maria della Catena (facciata di tufo e torre campanaria costruita su antiche mura megalitiche).

L'Osterio Magno, già palazzo del re Ruggero, di cui resta una torre d'età normanna aperta da trifore e bifore.

Nel Museo Mandralisca sono esposte le collezioni archeologiche e artistiche raccolte nel secolo scorso dal barone Enrico Piraino di Mandralisca. Si possono ammirare raffinati reperti liparoti dell'Età del Bronzo (interessanti una splendida serie di crateri, in ottimo stato di conservazione, tra cui spicca il famoso Tagliatore di tonno del IV sec. a.C.) e dipinti della scuola siciliana del XV-XVIII secolo, tra cui il Ritratto d'ignoto (1470), capolavoro di Antonello da Messina.

Notevoli i resti delle fortificazioni che in passato cingevano la città e l'antico borgo marinaro. Interessante una visita al Bastione Marchiafava.

Sulla Rocca, che sovrasta la città ed offre suggestive viste e tramonti sui tetti della città, si trova il cosiddetto Tempio di Diana. 

Nei pressi di Cefalù il seicentesco Santuario di Gibilmanna e l'annesso museo "Frate Giammaria da Tusa" in cui è stata allestita una sezione antropologica con materiali sulle attività tradizionali delle Madonie.

 


Scegli la tua lingua: English · Italiano · Deutsch · Franšais
L'ospitalitÓ: Le camere · AttivitÓ · Come raggiungerci · Come contattarci
I dintorni: Cefal¨ · Parco delle Madonie · Castelbuono · Escursioni
Le tariffe: Prezzi e condizioni · Lastminute e offerte
Le immagini: Gli interni · Gli esterni
Il libro degli ospiti: Le testimonianze